Logo Circolare

Milano Saxophone Quartet

STRAPPATEMPO

La mirabolante avventura della storia della musica

spettacolo di teatro - musica  con:

  • Giorgia Antonelli –  interprete
  • Milano Saxophone Quartet
  • Drammaturgia – Giorgia Antonelli e Titino Carrara
  • Regia – Titino Carrara
  • Drammaturgia musicale – Giovanni Bonato

www.strappatempo.it

Scarica Dossier STRAPPATEMPO

“ORGAN project”

Il Milano Saxophone Quartet è lieto di presentarvi “MSQ Organ Project”.
L’unione di due strumenti così distanti ma così affini, separati da millenni di storia umana e musicale, lo strumento della misticità e delle istituzioni, con lo strumento del popolo e del jazz, permette l’esecuzione di un repertorio unico.
Nel mondo della globalizzazione, un ottimo esempio del nuovo dato dall’incontro-scontro di identità e radici diverse.

Programma

  • Enjott Schneider “Crucifixus”
  • William Albright “Valley of fire”
  • Carlo Gesualdo Da Venosa (elaborazione per 4 saxofoni di Salvatore Sciarrino) “2 madrigali”
  • Gerard Beljon “Didjeridoo”
  • Barbara Thompson “4 mirages”

 

“M’ILLUMINO D’IMMENSO project” – Antonella Ruggiero e MSQ

Sofisticata rabdomante di melodie sui cui provare la sua irripetibile cifra vocale, Antonella Ruggiero è il nuovo ospite d’eccezione del lungimirante progetto “Mai Soli” del Milano Saxophone Quartet.

Il fortunato incontro ha dato il via ad un sodalizio che ha riscosso subito l’entusiasmo del pubblico. Da qui è partita una minuziosa e attenta ricerca di repertorio, che ha portato Antonella a scegliere sia brani già affrontati in passato in diverse vesti, sia a incontrare musica per lei inedita.

L’incredibile varietà timbrica e stilistica ha definito quindi l’ambiente sonoro in cui il progetto si sarebbe mosso, con arrangiamenti inusuali, spesso di grande originalità e nella costante ricerca di suoni inediti e rari, utilizzando al massimo l’ampio spettro sonoro del quartetto di sax, talvolta impreziosito (a richiesta) da percussioni e coro misto.

Scarica Dossier Milano Saxophone Quartet

MSQ CHOIR PROJECT – “Dulce et decorum est”

“Dulce et Decorum Est” descrive un attacco chimico al gas durante la prima Guerra mondiale.
Il compositore Marteen de Splenter è cresciuto nella città di Ypres (Belgio), centro delle intense e sostenute battaglie tra la Germania e le Forze Alleate.
Ypres fu anche il primo luogo nel mondo che fece esperienza delle armi chimiche.
“Dulce et Decorum Est” sarà parte di un tributo sinfonico per Ypres (composto dallo stesso De Splenter) in occasione del centesimo anniversario della Grande Guerra.  (Maarten De Splenter)

Scarica Dossier Milano Saxophone Quartet

PROGRAMMA

  • Bernd Franke “On the dignity of man”
  • Giya Kancheli “Amao omi”
  • Maarten De Splenter “Dulce et decorum est”